Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Salute e Benessere

Longevità: come vivere bene e a lungo

Salute e Benessere

Longevità: come vivere bene e a lungo

Salute e Benessere

Longevità: come vivere bene e a lungo
6 condivisioni

Longevità, relazioni felici, salute e successo sono mete possibili da raggiungere nella vita. Basta sapere come farlo. Basta adottare pensieri, abitudini e scelte consapevoli e che ti indirizzino verso uno stile di vita sano e felice.


Tatiana Berlaffa

La longevità può essere imparata e non dipende direttamente ed esclusivamente dalla genetica. Queste sono le recenti scoperte della scienza. Ce ne parla Mario Martinez nel suo libro Impara la Longevità.

L'autore è un neuropsicologo clinico che tiene seminari in tutto il mondo e ha elaborato un metodo unico per trasformare le credenze che ci impediscono di vivere in modo sano e felice.

Ma quali sono i principi su cui si fonda questo approccio rivoluzionario?

IMPARA LA LONGEVITÁ - SCARICA 2 ESTRATTI OMAGGIO

 

Il Metodo per la Longevità in 3 punti chiave

1. Guarire le ferite

In ogni cultura, esistono modi per punire coloro che manifestano idee o comportamenti che si allontanano dalle credenze stabilite. Questa modalità serve alla società per rimanere integra e per evitare possibili pericoli causati da chi pensa in modo divergente o 'rivoluzionario'.

Tutte queste forme di punizione, ovviamente, hanno delle ripercussioni e causano dei danni emotivi in chi le subisce.

Secondo gli studi del Dottor Martinez, tutte le ferite possono essere ricollegate a 3 macrocategorie archetipiche: Abbandono, Vergogna e Tradimento

In ogni cultura e in ogni epoca esistono situazioni che possono provocare una di queste ferite. 

Gravi ferite sono quelle che colpiscono, ad esempio, chi non supera i riti di passaggio.

Se in una tribù Masai è richiesto ad un giovane, per passare all'età adulta, di difendere il suo gregge dall'attacco di un leone, nella nostra società occidentale, potrebbe capitare che la 'tribù-famiglia' si aspetti dal figlio che venga convocato nella squadra di calcio locale, ad esempio. Oppure ancora ci si aspetta da lui che entrerà in una determinata università e via dicendo.

Qualora queste aspettative non vengano soddifatte, il fallimento potrebbe gettare nella vergogna il ragazzo che ha tentato l'impresa.

Un simile accaduto produrrà in chi ne è vittima schemi emotivi ricorrenti. Nel tempo, questi diventeranno abitudini di vita e ridurranno  il benessere generale dell'individuo.

Tutti noi accumuliamo nel tempo ferite archetipiche che ci vengono inflitte da genitori, insegnanti, educatori o figure di riferimento. Molto spesso, queste persone portano avanti un 'ciclo' e non sono nemmeno così consapevoli di ciò che stanno producendo perché l'hanno subito a loro volta.

Come guarire dunque le ferite emotive e avvicinarsi alla longevità?

Nel libro Impara la Longevità, potrai trovare diverse tecniche di meditazione guidata per sentire le tue ferite laddove queste si manifestano nel corpo e lasciarle andare trasformando, a poco a poco, le tue credenze e modificando così la tua vita.

MEDITAZIONE GUIDATA PER INCONTRARE IL TUO BAMBINO INTERIORE

 

2. Imparare dai centenari

Diversi studi sulla longevità dimostrano che, adottando comportamenti corretti, è possibile arrivare a tarda età in buona salute. Ma cos'hanno in comune i centenari (e ultracentenari) del nostro pianeta?

In qualsiasi parte del mondo essi abitino, conservano alcune abitudini simili, nel comportamento e nelle idee.

Eccone alcune che, se vuoi anche tu eguagliarli in benessere e forma fisica, devi conoscere:

1. Fanno progetti

Secondo l'opinione comune, chi raggiunge una certa età dovrebbe accettare il fatto di avere meno capacità nel corpo e nella mente e, di conseguenza, rallentare il ritmo delle attività. I centenari in buona salute, però, non la pensano così. Coltivano l'orto e non vedono l'ora che, tra qualche anno, sia ancora più rigoglioso, si innamorano ancora, imparano cose nuove e organizzano incontri con gli amici.

2. Si nutrono con moderazione

Dalle interviste ai centenari risulta che la maggior parte di loro, sta più attenta a 'quanto' mangia, che a 'cosa' mangia. Alcuni affermano di mangiare anche dolci e cibo fritto. La condizione che non manca mai però, è che la quantità del cibo consumato è, in tutti i pasti, ridotta.

3. Perdonano gli altri e loro stessi

Pare che longevità e capacità di perdonare vadano a braccetto. I centenari non 'covano rancore'. Utilizzano le energie per vivere bene e in armonia, non le disperdono in rabbia e negatività.

Quello che è importante ricordare (e che viene ripetuto più volte all'interno del libro) è che il perdono è un atto d'amore soprattutto nei confronti di se stessi perché non lascia agli altri (o alla parte di noi stessi più distruttiva) il potere sulla nostra vita.

IL PERDONO PER GUARIRE LE FERITE DELL'ANIMA - VIDEO INTERVISTA

 

3. Predisporsi al benessere, all'abbondanza e al successo

Ti sei mai chiesto cosa accomuna le persone che vivono in salute e che hanno ricchezza e successo? Se dovessimo scegliere solo un requisito che tutte queste persone possiedono, sarebbe il seguente:

Credono di poter ottenere tutto questo benessere.

La scienza conferma che la predisposizione mentale è in gran parte responsabile del successo o dell'insuccesso delle nostre azioni. Lo sanno bene gli sportivi che, prima delle gare, si preparano mentalmente alla vittoria attraverso tecniche di visualizzazione che contribuiscono in modo diretto al risultato della gara.

Purtroppo, come è vero che è importante predisporsi al benessere, è altrettanto vero che, se credi che non otterrai mai quello che desideri, la tua mente si predisporrà in modo tale da portarti esattamente verso quello che tu pensi accadrà.

Non c'è nulla di magico in tutto questo. Semplicemente, se non credi di 'potercela fare' già in partenza, sarà molto difficile che mente e corpo (che sono collegati) mobilitino le proprie energie per condurti laddove tu pensi di non poter arrivare.

Esiste una cosiddetta 'paura del successo' che è diffusa soprattutto nelle società più prospere. Alcuni modelli educativi molto diffusi, infatti, impongono di 'nascondere' i nostri talenti e i nostri successi per non suscitare invidie, per non essere presuntuosi e via dicendo.

Questa 'falsa modestia', però, non è certo quella che può condurti verso longevità, benessere e successo.

Studiando il comportamento di celebrità, leader e famosi imprenditori in diversi campi, è emerso che ognuno di loro è consapevole del proprio valore e pensa di meritarsi quello che ha raggiunto.

Questo requisito è fondamentale per arrivare alla propria meta e soprattutto riuscire a restarci. Purtroppo, invece, a volte assistiamo a casi di successo grandioso seguiti da altrettanto rovinose 'cadute'. 

Non è da tutti, infatti, perseguire il successo, raggiungerlo e, soprattutto, mantenerlo.

Affinché ciò sia possibile, bisogna lavorare sul proprio 'autovalore'. Se pensi che la tua idea e considerazione di te stesso debba essere rinforzata, nel libro del Dott. Martinez potrai trovare diversi esercizi per cambiare atteggiamento e indirizzarti verso benessere e longevità.

L’arte della longevità: la dieta, i consigli, cosa fare ogni giorno per vivere più a lungo

 

 

IMPARA LA LONGEVITÁ - SCARICA 2 ESTRATTI OMAGGIO

 


Tatiana Berlaffa
Il mondo della comunicazione è il mio lavoro e la mia passione.Scrivo come blogger, giornalista freelance e social media editor.Prima di scrivere... Leggi la biografia
Il mondo della comunicazione è il mio lavoro e la mia passione.Scrivo come blogger, giornalista freelance e social media editor.Prima di scrivere di qualsiasi cosa, la provo in prima persona.Sono appassionata di tematiche legate al benessere e alla crescita personale. Amo le novità, viaggiare da sola e imparare lingue straniere.Tra i miei... Leggi la biografia

6 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto