Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza

Olio di cocco per ridurre il senso di fame: come produrlo a casa

Scritto da: Redazione ViverSano.net | Alimentazione e Diete, Salute e Benessere

Olio di cocco per ridurre il senso di fame: come produrlo a casa

L’olio di cocco è un grasso vegetale di origine tropicale che viene ricavato dalla polpa della noce di cocco.

Nonostante l’elevato contenuto di acidi grassi saturi, che rappresentano circa il 90%, l’olio di cocco presenta numerosi benefici per la salute.

LE ECCEZIONALI PROPRIETÀ CURATIVE DELLA NOCE DI COCCO

 

Esso contiene una grande quantità di acido laurico, presente solitamente nel latte materno, che conferisce all’olio di cocco proprietà antibatteriche e antifungine.

L'olio di cocco riduce il senso di fame

L’olio di cocco presenta la particolare proprietà di ridurre il senso di fame. Esso, infatti, contiene dei particolari tipi di grassi che sono gli acidi grassi a catena media.

Questi vengono metabolizzati in maniera diversa dal nostro organismo rispetto agli acidi grassi a catena corta e quelli a catena lunga.

Una volta ingeriti, gli acidi grassi a catena media vengono portati direttamente al fegato dove saranno convertiti in energia oppure trasformati in corpi chetonici. Queste sostanze riducono il senso di fame, aumentando la sazietà e quindi favorendo la riduzione del peso corporeo.

Gli acidi grassi a catena media vengono depositati come accumuli adiposi in misura molto inferiore rispetto agli altri grassi e questo determina già una minore tendenza ad ingrassare.

Olio di cocco: 10 utilizzi per la bellezza

Inoltre, il consumo di olio di cocco stimola il metabolismo, permettendo di bruciare una maggiore quantità di calorie. In particolare, alcuni studi hanno dimostrato che il consumo giornaliero di olio di cocco sia capace di ridurre il grasso addominale.

L’olio di cocco mantiene anche la salute dell’apparato cardiovascolare, in quanto è in grado di ridurre i livelli nel sangue i livelli di colesterolo cattivo, e di aumentare quello buono.

SCARICA UN ESTRATTO GRATUITO DEL LIBRO

 

Quanto olio di cocco è bene assumere?

Attenzione però alle quantità. Come tutti i grassi, il contenuto calorico dell’olio di cocco è elevato, presentando ben 862 kilocalorie per 100 grammi. Un cucchiaino da 5 grammi di olio di cocco contiene 43 kilocalorie mentre un cucchiaio da tavola contiene 129 kilocalorie.

A causa del suo elevato contenuto calorico, l’olio di cocco può essere assunto in modeste quantità, massimo 2 cucchiaini al giorno, ma sempre all’interno di un’alimentazione sana e ben bilanciata, ricca di frutta e verdura fresca.

CONOSCI L'OIL PULLING?

 

L’importante è scegliere un olio di cocco di qualità e biologico, preferibilmente extravergine. Questo metodo di estrazione prevede l’essicazione della polpa e la successiva spremitura a freddo ad una temperatura non superiore ai 38 °C per mantenere intatti i suoi valori nutrizionali.

L’olio extravergine contiene antiossidanti e vitamine, che vengono perse nel processo di raffinazione dell’olio di cocco.

L’olio di cocco è solido a temperatura ambiente, ma basta riscaldarlo pochissimo per farlo diventare liquido. Può essere assunto tal quale oppure aggiunto all' insalata o ai frullati, per renderli più saporiti e per dare maggiore sazietà.

  

Ricetta per produrre a casa l'olio di cocco

Possiamo preparare l’olio di cocco a casa, con l’aiuto di un estrattore.

Ci occorrono 100 gr di farina di cocco disidratata pura, senza la presenza di conservanti. Mettiamo una piccola quantità di farina di cocco nell’estrattore, un po’ alla volta per evitare di ostruirlo. L’estrattore andrà a separare l’olio di cocco e la crema dalla parte fibrosa. Per essere sicuri di estrarre tutto l’olio, ripetiamo l’operazione con la farina già usata mettendone sempre poca alla volta.

A questo punto mettiamo il liquido ottenuto in un barattolo di vetro, chiudiamo con un tappo e lo riponiamo a temperatura ambiente in un luogo a riparo dalla luce per 24 ore in modo tale che si separi l’olio dalla crema di cocco. Trascorso questo tempo, la crema si sarà depositata sul fondo e si sarà solidificata.

Possiamo quindi prelevare l’olio con l’aiuto di un cucchiaino e riporlo in un nuovo contenitore. Essendo privo di conservanti, potremo conservare l’olio ottenuto per massimo una settimana.

Scritto dalla Dott.ssa Barbara Ziparo per ViverSano.net



Potrebbero interessarti